Sofferenza bancaria, soluzione al problema - SBS & PARTNERS

Vai ai contenuti

Menu principale:

Non sei più in grado di pagare banche o finanziarie?<br />Sei in una situazione di sovraindebitamento?<br />Pensi di pagare troppi interessi?
Non sei più in grado di pagare banche o finanziarie?
Sei in una situazione di sovraindebitamento?
Pensi di pagare troppi interessi?


Chiedici SUBITO una consulenza e analisi gratuita
sulle possibili strategie da porre in essere
per difenderti da banche e finanziarie.


CHIAMACI AL NUMERO GRATUITO




OPPURE
COMPILA ORA IL FORM QUI' SOTTO


ANATOCISMO BANCARIO E USURA

Cosa significa anatocismo bancario?
Con il termine anatocismo (dal greco anà - di nuovo, e tokòs - interesse) si intende la capitalizzazione degli interessi su un capitale, affinché essi siano a loro volta produttivi di altri interessi (in pratica è il calcolo degli interessi sugli interessi). Nella prassi bancaria, tali interessi vengono definiti "composti".
Un esempio di anatocismo è quello di capitalizzare (ossia sommare al capitale di debito residuo) gli interessi ad ogni scadenza di pagamento, anche se sono regolarmente pagati.
Mutui e prestiti con condizioni che potrebbero generare usura:
Tutti i prodotti finanziari che hanno dei contratti con clausole usuraie sono illegittimi e si può chiedere l'annullamento con la restituzione di tutti gli interessi pagati.
La Corte di Cassazione infatti (Presidente Carnevale, Relatore Didone), con la sentenza n. 350/2013 del 9 gennaio, oltre a permettere il recupero integrale degli interessi pagati su mutui, leasing e finanziamenti, quando i tassi o le penali superano la soglia di usura, ha recentemente stabilito che il mutuo ipotecario può essere annullato se ricorrono alcuni estremi che lo riportino a superare il tasso d’usura e quindi usufruendo di tutte le possibilità previste dalla Legge 108/96, tra cui la restituzione di tutte le somme versate con l’applicazione del articolo 1815, richiamato anche dall’art. 644 CP e dell’art. 4 della L108/96 che in sintesi prevedono la nullità della clausola contrattuale. Recita infatti l’art. 1815 sugli interessi:” Salvo diversa volontà delle parti, il mutuatario deve corrispondere gli interessi al mutuante.
Per la determinazione degli interessi si osservano le disposizioni dell'articolo 1284. Se sono convenuti interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi”. Per determinare il tasso d’usura bisogna inserire tutte le somme addebitate dalla banca tra spese, penali, interessi di mora ecc., e l’ammontare complessivo rappresenterà la quota precisa che dovrà determinare il cosiddetto TEG “tasso effettivo globale ”, se questo è superiore al Tasso Soglia, (quest’ultimo è il tasso oltre il quale si è in regime di usura) il rapporto è in USURA.



La Società è esperta ed ha conseguito risultati importanti nell'organizzare strutture finalizzate a prestare servizi di consulenza a persone fisiche e giudiriche per la gestione e risoluzione delle rispettive posizioni debitorie verso banche ed altri soggetti finanziari avvalendosi di professionisti regolarmente autorizzati.




CHIAMACI AL NUMERO GRATUITO
per avere una consulenza




Da Sinistra: Alessio Marini - Stefano Fabiani - Marco Lanzellotto
Pagina Facebook
Pagina Facebook Sardegna
Pagina Facebook Liguria
 
Torna ai contenuti | Torna al menu